Killing Cipolla softly

Marta ha stipulato una fantastica assicurazione sugli infortuni. Ora, tralasciando il fatto che non capisco come mai il mio banker non mi abbia proposto nulla di analogo e che il nostro dialogo pro-apertura conto si sia concentrato più che altro sulla mia capacità o meno di preparare la pasta, tralasciando questo, dicevo, la mia adorata roomie mi ha guardato spalancando gli occhioni:

“ALE, QUESTA È LA SVOLTA!!! DEVO SOLAMENTE TROVARE UN MODO NON TROPPO DOLOROSO PER ROMPERMI UNA GAMBA!”

La cosa non è finita qui. È da due giorni che diciamo frasi tipo “Pensaci, se un mese sei a corto di soldi fai in modo di slogarti un dito e sei a posto” e “Devo chiedere a Gabriele se è disposto a rompermi un braccio, nel caso” (per la cronaca, Gabriele ha risposto “assolutamente no problem, lo faccio io” con un gesto di intesa).

La scelta di sacrificare 8£ al mese per tutelarsi contro eventuali incidenti, comunque, è stata una genialata non solamente per i motivi sopraccitati ma anche perché Marta oggi è caduta lunga distesa sul marciapiede. Per ben DUE VOLTE.

Benessere economico here we come!