Cercare casa (in affitto) a Londra / 6a

Tell-Me-Why-Aint-Nothin-But-A-Mistake-Backstreet-Boys-Gif Ovvero

Io che vi racconto gli ultimi sviluppi della Quest Ricerca Casa con una sintesi tale che immagino si renderà necessario dover suddividere l’elaborato in due o più parti

Ovvero

Che culo.

Bene. Procediamo. ANZI, prima di tutto: GRAZIE henrrydelavega.tumblr per aver regalato al Mondo questa gif che credo userò fino alla fine dei tempi. Procediamo. Bene.

Abbiamo dunque abbandonato la civiltà Londra ovest per andare ad insediarci in altri lidi. Come mai questa scelta, chiederete voi? I motivi sono molteplici, vi risponderò io mentre scruto l’orizzonte e i riflessi aranciati del sole morente si riflettono con garbo nei miei occhi cerulei.

Ossia: Punto uno

RAPPORTO PREZZI/QUALITÀ CASE riassumibile con un NO. Sto pensando soprattutto all’area dove abitavamo noi (Hammersmith/Shepherd’s Bush); teoricamente a Londra ovest (senza andare in zona 57 della metropolitana) ci sono zone più economiche come, boh, Acton o Ravenscourt Park. Quello che posso dire è che probabilmente gennaio-marzo 2015 è stato un periodo nero per il mercato immobiliare nell’area del Grande Cerchio, visto che TUTTE le case che ho visionato in questa zona facevano SCHIFO e costavano PARECCHIO. Ricordiamo con affetto soprattutto una casa a West Kensington che, oltre ad essere veramente orrenda, aveva una planimetria a dir poco singolare. Ve la disegno? Ve la disegno.

No ok, non ci riesco. Ve la descrivo a parole. Chiudete gli occhi e immaginate. Cioè: aprite gli occhi, leggete il seguente affresco verbale, chiudete gli occhi e immaginate.

La porta di ingresso dà su un’anticamera stretta e buia. Alla fine di quest’anticamera c’è la cucina. La cucina è il cuore dell’abitazione, visto che da qui si accede, tramite due porte, al bagno e alla camera da letto. Devi andare a dormire? Passa dalla cucina. Devi andare in bagno? Passa dalla cucina. E vabbè. Ma non è tutto, perché per andare in sala devi obbligatoriamente passare dalla camera da letto. WTF?

Il fatto simpatico è che ESISTE una porta che, teoricamente, permetterebbe di passare dalla sala all’anticamera e viceversa, MA è stata murata e non potrà essere ripristinata “perché il landlord non vuole”.

Ah. Ok, bene, si è fatto tardi e noi dovremmo andare, le faremo sapere, bello questo effetto batik sui muri, AH NO SONO MACCHIE D’UMIDO ok bene cia’ cia’ tante buone cose cia’.

Punto dos

DESIDERIO DI ESPLORARE NUOVI ORIZZONTI. Sono a Londra da settembre 2012 e ho sempre vissuto all’interno del Grande Cerchio. Lo stesso vale per TBS, che è qui da ottobre 2013. SIAMO GIOVANI (più o meno), PIENI DI VITA (più o meno), ABBIAMO SETE DI NOVITÀ, e comunque dobbiamo lasciare la strada vecchia per quella nuova per poi scrivere un post chilometrico di addio ad Hammersmith che ridimensionerà l’addio ai monti di Lucia Mondella E NON DI POCO.

Dopo attenta e ponderata analisi (= diversi attacchi di panico e il consumo compulsivo dell’intera linea di gelati Ben & Jerry’s proposta dal Morrisons di Shepherd’s Bush) abbiamo deciso di orientarci verso due zone, entrambe a sud del fiume: Putney e Canada Water. Ora non sto a spiegarvi il complesso ragionamento che sta dietro a questa scelta. Riassumendo: Putney è carina e non troppo lontana da Hammersmith; anche Canada Water è carina e non è troppo lontana da casa di MARLIE. Poi, come dire, erano gli ultimi giorni di marzo, il 15 aprile ci scadeva il contratto e dal 3 all’8 aprile eravamo entrambi in Italia.

Possiamo dunque definire la nostra strategia nel modo seguente:

LA PRIMA CASA UN PO’ DECENTE CHE CI CAPITA LA PRENDIAMO E PURE AL VOLO.

+++Attenzione SPOILER: siamo finiti a Canada Water+++

Siamo finiti a Canada Water perché la casa che mr Genio ha mostrato a Corgi & me (TBS era a lavoro e Corgi era venuta qui a trovarci), ossia la casa da cui vi scrivo adesso (ULTERIORE SPOILER: viviamo in una casa e non sotto un ponte), era/è più che decente (azzarderei un “molto carina”), nuovissima e addirittura dotata di lavastoviglie.

Distolgo temporaneamente lo sguardo dal tramonto per rispondere a chi dovesse chiedermi “E IL BIDEEET?” con un “Adesso non allarghiamoci”.

Ora che ci vivo da due mesetti posso affermare con sicurezza che è stata progettata da una persona che non ha idea di come viva la Gente Vera, in quanto:

  • Il piano cottura è di quelli a induzione IN VETRO. Per carità, bellissimo eh, ma va bene solo per le persone che non cucinano, visto che si creano aloni solo a guardarlo, figuriamoci a poggiarci su due pentole. E IO NEMMENO CUCINO SERIAMENTE! L’ironia della sorte. Le ingiustizie della vita. Il fardello dell’esistenza. Qualcuno conosce qualche trucco per togliere ‘sti aloni schifosi? Grazie prego ciao.
  • Il bagno è senza finestra.
  • L’interruttore per accendere la ventola del bagno è nascosto dentro lo sgabuzzino.
  • Gli interruttori per accendere la luce dell’ambiente-cucina sono posizionati di fianco al divano nell’ambiente-sala.
  • Le maniglie si aprono con uno strano sistema a scatto che non ho ancora padroneggiato del tutto.
  • Non c’è il citofono. Cioè, c’è, ma è collegato al telefono. Cioè: se la gente ti citofona suona il telefono. Questo in realtà è anche abbastanza comodo.

Ma non divaghiamo.

Cinque minuti dopo la visione della Casa e in seguito ad una concitata conversazione telefonica con TBS (“VAI! PRENDILA! PROCEDI!”) ho sganciato la caparra a mr Genio e ho iniziato a sentirmi più tranquilla. Corgi, nel frattempo, si era estraniata dagli Eventi poiché la sua mente si stava occupando di questioni più importanti (ossia: quale sarebbe stato il punto migliore della nuova sistemazione abitativa per posizionare delle floride piante grasse?).

COMUNQUE. Dopo aver scelto la casa e lasciato la caparra, cosa farebbe qualsiasi persona sana di mente?

Cancellare il suo account Zoopla mentre ascolta IL MIO NOME È MAI PIÙ di Ligajovapelù?

Lanciare uova contro la vetrina di Foxtons Shepherd’s Bush?

Probabile.

Io invece sono andata a vedere ALTRE CASE.

(Non è colpa mia. L’agente con cui dovevo incontrarmi a Putney nel pomeriggio, e che per comodità chiameremo Olga, è stata irremovibile nel replicare a qualsiasi mio tentativo di cancellare il nostro appuntamento con frasi tipo “Ma io ho qui delle soluzioni perfette per lei” e “Finché non avrà firmato il nuovo contratto nulla sarà certo”. A ciò si aggiunga che mr Genio, dopo avermi detto “Ti richiamo appena sento il landlord”, era sparito. E quindi niente, alle 17 ero a Putney a vedere Olga)

Olga.

Olga è nata in Russia e ha vissuto in Spagna da quando aveva dieci anni fino a qualche mese fa. Sente molto la mancanza della sua sorellina minore. Abita vicino a Richmond e si trova bene, anche se pensa che qui a Londra faccia troppo freddo.

COME MAI SO TUTTE QUESTE COSE SU OLGA?

Perché Olga non ha smesso PER UN SECONDO di parlare di sé. Perché Olga è, probabilmente, l’unico agente immobiliare al mondo che non ti spiega NULLA delle case che sta cercando di appiopparti e preferisce raccontarti la storia della sua breve quanto ricca di avvenimenti vita.

MBDCARU EC027

(True story).

Comunque: Olga aveva individuato tre case. Di queste tre case ne abbiamo vista solo una e ci abbiamo messo, non sto esagerando, più di un’ora e mezza.

17.00 – 17.14 Olga insiste per fare una “chiacchierata conoscitiva” prima di andare a vedere le case

17.14 – 17.27 Andiamo a piedi verso la macchina, che Olga ha giustamete parcheggiato tre strade più in là in quanto yolo

17.27 – 17.31 Olga non riesce a far partire il navigatore

17.31 – 17.42 Tragitto verso la casa allietato dai ricordi di infanzia di Olga

17.42 – 17.50 Ricerca di un parcheggio

17.50 – 17.53 Manovra di parcheggio

17.53 Olga si accorge di aver parcheggiato l’automobile davanti all’edificio sbagliato

17.53 – 17.58 Tragitto, a piedi, verso l’indirizzo corretto

17.58 – 18.06 Olga annuncia seraficamente di non possedere le chiavi che aprono la porta del palazzo. Riusciamo ad entrare grazie all’intervento provvidenziale di un ragazzino che ci apre dall’interno.

18.06 – 18.10 Visione della casa. Che è un TRILOCALE. E che costa molto di più del nostro budget.

“Olga, guarda che io cercavo un bilocale”

“MA COME??”

“Sì eh”

“…”

“…”

“…Anche le altre case che ho trovato sono trilocali”

“…”

“… Sei sicura che non vuoi andare a vederle?”

“…”

“Non vuoi nemmeno portarti a casa i fogli con su tutte le informazioni?”

18.10 – 18.35 Torniamo verso il centro di Putney. Olga mi spiega come si svolge la sua giornata-tipo a lavoro e mi confida  che l’indomani andrà a vedere, da sola, le altre due case che aveva previsto per stasera “così almeno imparo la strada per quando dovrò mostrarle la prossima volta”.
Olga ha interrotto il suo soliloquio solamente quando ha inchiodato la macchina e ha urlato

“GUARDA!!! C’È UNA VOLPE SUL MARCIAPIEDE!”

Siamo quindi rimaste ferme in macchina per qualche minuto a osservare la volpe e a farle raccomandazioni (“Torna a casa, è pericoloso qui, stai attenta”).

18.35 Olga mi lascia alla stazione di East Putney.

Vi saluto con un quesito. È più scema Olga o sono più scema io, visto che mentre tutto questo accadeva non mi sono innervosita quasi per niente e ridevo da sola pensando a come avrei potuto rendervi partecipi degli Eventi?

Annunci

ALLORA RAGAZZI

Questo breve componimento ha un duplice scopo E CIOÈ:

  1. Comunicarvi che sono viva
  2. Comunicarvi la Lieta Novella

La Lieta Novella

ABBIAMO (credo) TROVATO CASA.

Ve lo scrivo solamente oggi perché la conferma definitiva l’abbiamo ricevuta, appunto, OGGI.

E il nuovo contratto inizia DOMANI.

Mi pare superfluo, dunque, specificare che l’agente immobiliare che ci sta seguendo in questo percorso di Vita, che per comodità chiameremo mister Genio, è un grandissimo

I

M

B

E

C

I

L

L

E

Non entrerò nei dettagli per scaramanzia (domani vado a prendere possesso della casa e ho paura di trovare qualche altra conferma dell’IMBECILLITÀ di mr Genio).

Vi dico una cosa sola, per adesso:

ANDIAMO A VIVERE

a sud del fiume (1)_markedPAURA.

Cercare casa (in affitto) a Londra / 5

Premesse necessarie:

  • A me tutto questo sembrava una genialata, uno spingersi coraggiosamente verso anfratti inesplorati dell’Arte, un osare dove nessuno si era mai avventurato prima (E, RIPENSANDOCI, CI SARÀ UN MOTIVO). Poi ho spiegato a TBS quello che intendevo Creare (sfregandomi le mani con autocompiacimento e ridendo alle mie stesse battute). TBS mi ha fissato con lo sguardo della mucca quando passa il treno.
  • Forse il Mondo non è pronto.
  • COMUNQUE, in breve: come forse avrete notato il thread Cercare casa (in affitto) a Londra, partito come utile (beh, adesso, “utile”) guida dedicata ai giovani virgulti che intendessero ancora trasferirsi nella meta più inflazionata ever, è subitamente degenerato in una raccolta impressionistica e purificatrice di sensazioni ed anatemi risvegliati nell’Autrice dalla Ricerca della casa (in affitto) a Londra. Questo post MULTISENSORIALE ne è, per ora (perché posso sempre fare di peggio), l’esempio più estremo e scintillante.

Continua a leggere…

Cercare casa (in affitto) a Londra / 4

Lettrici. Lettori. Amiche. Amici.

STASERA NON SO DA CHE PARTE INIZIARE CON LA NARRAZIONE.

NON LO SO.

Potrei, forse, iniziare con il chiedervi scusa anticipatamente per l’uso spropositato del caps lock che farò in questo Intervento e che, in generale, faccio nella vita, ma

  1. Avrei dovuto chiedervelo molti, MOLTI, interventi fa;
  2. Dopo aver letto gli Accadimenti Odierni anche voi sentirete il bisogno di esprimervi in CAPS LOCK PER TIPO FOREVER;
  3. L’ARTE NON INVOCA PERDONO.

Bene.

Oggi parleremo di un’agente chiamata, per comodità, 2IEJ2IE2I (= Schiaccio tasti a caso per esprimere appieno il mio Disprezzo e la mia Rabbia).

Disgusted pigeon

Abbiamo iniziato il nostro rapporto professionale con 9E29E2 qualche giorno fa e 34wie02uu2 ha subito dimostrato grande competenza insistendo col chiederci le nostre priorità perché “Non posso affittarvi una casa qualunque, ho bisogno di sapere nei dettagli di cosa avete bisogno”.

Ora vi dirò quello che abbiamo comunicato a 92921U42UEDH, così potete confrontare queste caratteristiche con quelle che vanta la casa che 02932ijduu2 ci ha fatto vedere stasera.

  • Massimo £300 a settimana (questo per l’area dove lavora 8393hu824, ossia zona Hammersmith, mentre per altre aree scendiamo un bel po’ – inutile dire che queste altre aree stanno prepotentemente entrando nel nostro Raggio di Interesse e che a breve produrrò un post intitolato “ADDIO MIA AMATA HAMMERSMITH” con traccia “Goodbye my lover” di James Blunt in sottofondo, quindi stay tuned)
  • Furnished, ossia arredata
  • Disponibile a partire da fine marzo
  • Preferibilmente senza moquette, ma vabbè

Bene.

i9f9wjs9s questo pomeriggio ha scritto a TBS che doveva ASSOLUTAMENTE farci vedere un “EPIC ONE BEDROOM FLAT” a BROOK GREEN.

TBS ha subito scritto a me dicendo “OH, I GOTTA FEELING UUUUH UUUH CHE TONIGHT IS GONNA BE A GOOD CASA” (cit. il nostro mito Will.I.Am).

Bene.

Ora vi presenterò, in modo il più possibile conciso, i Fatti.

L’EPIC ONE BEDROOM FLAT era

  • In zona Goldhawk road (che va anche bene eh, ma NON è Brook Green)
  • A £325 ALLA SETTIMANA
  • Disponibile ADESSO
  • UNFURNISHED, cioè non arredato, MA IMMAGINO SIA CHIARO
  • Scusate il grassetto, ma ci sono dei momenti in cui il maiuscolo non basta. Tipo quello che sta per arrivare.
  • MOQUETTE OVUNQUE. E va bene, siamo a Londra, certe cose vanno accettate, mica puoi avere sempre il parquet, cioè di questo passo ti metterai a pretendere il bidet, eddai, essù, MA FORSE NON MI SONO SPIEGATA BENE:
  • MOQUETTE OVUNQUE. PURE NEL BAGNO.

PURE 

NEL

BAGNO.

Ringraziamo tutti in coro TBS per aver fornito la documentazione fotografica mentre io, nella stanza di fianco, distraevo 923u232o.

IMG_5248
WHAT THE ACTUAL FUCK?

Grazie, 2992diwoskso, per averci regalato questa meravigliosa esperienza. E per aver pensato che 300 = 325, fine marzo = inizio febbraio, furnished = unfurnished, Brook Green = Goldhawk road.

Grazie, TBS, per la foto che hai scattato. I tuoi FEELINGS (UUUH UUUUH) non saranno sempre sul pezzo, ma le tue abilità da documentarista sì.

Grazie, tizio che hai pensato che la moquette del bagno potesse essere considerata una buona idea, grazie. Per tutto.

Cercare casa (in affitto) a Londra / 3

Foto di Joynana7

Richiedere informazioni su una casa che ci interessa

Come dovrebbe andare

“Buongiorno, sono XY dell’agenzia YX, come posso esserle utile?”

“Buongiorno, sono interessata al bilocale in via Lemanidalculo (NdA tipica battuta livello seconda media) che avete pubblicizzato su Zoopla, è ancora disponibile?”

“Sì, è disponibile! Le andrebbe bene fissare un appuntamento per domani alle 12.00?”

Come dovrebbe andare in una dimensione realistica

“Buongiorno, sono XY dell’agenzia YX, come posso esserle utile?”

“Buongiorno, sono interessata al bilocale in via Lemanidalculo che avete pubblicizzato su Zoopla, è ancora disponibile?”

“Purtroppo no, ma ho delle soluzioni alternative con bilocali intorno a quel budget che potrebbero interessarle. Se mi dà il suo indirizzo e-mail le invio tutto”

COME VA VERAMENTE

“Buongiorno, sono XY dell’agenzia YX, come posso esserle utile?”

“Buongiorno, sono interessata al bilocale in via Lemanidalculo che avete pubblicizzato su Zoopla, è ancora disponibile?”

“No, mi dispiace. Però ho delle soluzioni alternative. Prima di tutto, però, le faccio qualche domanda per inserirla nel sistema, ok?”

“…”

“…”

“EVABENEDAI”

“Nome?

Per quante persone è la casa?

Siete una coppia?

Lavorate?

Che tipo di lavoro?

Fumate?

Avete figli?

E animali?

Dove abitate in questo momento?

Di quanto è il vostro notice period?

Come mai avete deciso di lasciare?

E il vostro budget qual è?

Che tipo di casa vi interessa?

Che area vi interessa?”

a356_s1

Il problema, ci tengo a precisare, non sono le domande (anche se, arrivati alla decima agenzia e al decimo interrogatorio, devo dire che iniziano a pesare pure quelle).

Il problema è che se io comunico al tizio/tizia dell’agenzia che A) Cerchiamo studio flats (=monolocali) spaziosi o bilocali e che B) Non vogliamo spendere più di una Determinata Cifra al mese, posso stare serena che nel giro di cinque minuti riceverò da lui/lei un interessantissimo ventaglio di proposte su

TRILOCALI

che costano la nostra Determinata Cifra mensile

+ un’aggiunta di minimo 350 pound.

25yuswsw28295

ORA, immagino che la situazione sia simile in tutti luoghi e in tutti i laghi e che non avrei dovuto scriverci un post apposta (notiamo l’elegante familiarità che contraddistingue il mio giocherellare con l’italico idioma) (“POST non mi sembra parte dell’italico idioma” SHHH), ma sentivo il bisogno di sfogarmi.

Vi lascio con delle foto de-li-zio-se di un appartamentino disponibile in area (credo) Westbourne Park:

casa1 casa2Ciao.