Oscar

Ho trovato il mio nuovo spirito guida e il mio nuovo spirito guida è Oscar, conosciuto anche come “Unsinkable Sam”.

(Perché è stato soprannominato “Sam” se si chiamava Oscar? Perché in realtà anche Oscar era un soprannome. Il vero nome di Oscar/Unsinkable Sam non lo conosciamo e, probabilmente, non lo conosceremo mai)

mind blown

Oscar/Sam è stato soprannominato “Unsinkable” (l’inaffondabile – traduco perché sono una persona carina) perché è sopravvissuto a tre (THREE) naufragi:

  • Quello della nave da guerra tedesca Bismarck (27 maggio 1941)
  • Quello della nave da guerra britannica HMS Cossack (27 ottobre 1941)
  • Quello della nave da guerra britannica HMS Ark Royal (14 novembre 1941)

Dopo il naufragio della Ark Royal Oscar venne ritrovato mentre si aggrappava a un’asse di legno, “arrabbiato, ma senza un graffio”.

La pittrice Georgina Shaw Baker, come tutti noi del resto, si è lasciata affascinare da questa storia e ha deciso di dipingere un ritratto di Oscar “Unsinkable Sam” mentre, naufrago per la terza volta nel giro di sei mesi, aspetta i soccorsi vivo, vegeto e incazzato nero.

oscar
Forse non l’avevo detto prima: Oscar era un gatto.

Il ritratto di Georgina Shaw Baker è pregevole ma, a mio parere, non coglie le due caratteristiche principali del carattere di Oscar (ossia l’essere CORIACEO e INCAZZATO NERO).

oscar2
TIPO COSÌ

Non sono sicura al 100% che il gatto ritratto in questa foto sia Oscar, ma ve l’ho messa lo stesso in quanto A) Rende l’idea; B) Tutti gli articoli che ho trovato su Oscar la linkano, quindi al massimo posso dire che è colpa loro e non mia; C) L’Arte.

Se proprio vogliamo essere puntigliosi al massimo dobbiamo anche ammettere che non  siamo sicuri al 100% che la storia di Oscar sia completamente vera – però la raccontiamo lo stesso (sono passata dal singolare al plurale perché mi identifico come una parte del Tutto), in quanto A) Vogliamo sognare; B) L’Arte.

Il naufragio della Ark Royal ha segnato la fine della carriera navale di Oscar, che è stato prima adottato dal Governatore di Gibilterra e poi mandato in pensione in una Casa per Marinai a Belfast, dove è poi passato a miglior vita nel 1955 per cause naturali.

Possiamo sicuramente trarre vari insegnamenti dalla storia di Oscar, che per amore di brevitas (= non avevo voglia) ho deciso di sintetizzare così: ANDIAMO AVANTI CORIACEI E INCAZZATI NERI.

Voi vi chiederete “Come mai questa sofferenza travestita da spavalderia che trasuda dalle tue parole?”, io vi risponderò che ultimamente ho deciso di prendere delle decisioni interessanti e coraggiose, tipo mettere il pollo nella pasta. Ciao. Scherzo mamma non lo faccio. Per ora. Ciao.

EDIT DEL GIORNO DOPO:

TBS mi ha fatto notare che non ho spiegato come mai Oscar è passato con scioltezza dalla Kriegsmarine alla Royal Navy, quindi rimedio ora: subito dopo il naufragio della Bismarck è stato salvato dai membri dell’equipaggio della britannica HMS Cossack (gli stessi che, incidentalmente, gli hanno conferito il nome Oscar) (Il soprannome Unsinkable Sam è subentrato dopo il secondo naufragio). Passo e chiudo ciao.

Se vi interessa sapere di più su Oscar:

La sua pagina Wikipedia

Schermata 2017-07-14 alle 19.22.47
Adorabile

Articolo su Zmescience (da dove ho preso le foto)

Se invece vi interessa leggere la storia di un altro gatto intrigante:

Hodge, il gatto di Samuel Johnson, raccontato da una mente luminosa

 

Annunci

6 pensieri su “Oscar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...