Surrey Quays e la roba intorno/1

Sono passati circa sedici mesi dall’ultima volta che ho scritto un post appartenente alla categoria Turismo Senza Gente.

Sedici mesi.

Un bambino nato il 3 novembre 2014, data dell’ultimo post dedicato alle mie commoventi gesta da P.I.R.L.A., ora ha più o meno quest’aspetto:

558221371.jpg
(O almeno credo. Che ne so io di bambini?)

NON VA BENE.

NON. VA. BENE.

E con “non va bene” mi riferisco soprattutto al fatto che A) Io abbia cercato su Google “foto di bambino a 16 mesi” e che B) Io stia ora leggendo con interesse articoli su http://www.bravibimbi.it e http://www.pianetamamma.it.

NON VA, APPUNTO, BENE.

Cosa stavo dicendo?

Ah: NON VA BENE.

Rimediamo dunque con una specie di spin off della serie di successo Turismo Senza Gente che intitoleremo Cose da Vedere intorno a Surrey Quays. Oppure Surrey Quays e la Roba Intorno. Una cosa così, insomma.

Questa amena zona della Londra Sud-Est che piace (a chi non lo so, ma a qualcuno piacerà sicuramente, e questo qualcuno sono io) è incastonata graziosamente nel Tamigi e presenta vari punti di interesse, il più importante dei quali consiste nel fatto che ci abito io; il secondo punto di interesse è il Greenland Dock, col quale vi ho già sfracellato ampiamente i cog dilettato grazie alle mie fotografie (non preccupatevi, ne parleremo meglio a tempo debito). Ho scritto in italiano corretto? Probabilmente no, ma il Tempo scorre implacabile e non si ferma per noi, insignificanti briciole rotolanti via con disordine dalla Tovaglia della Vita, ergo BENE COSÌ.

Questa amena zona eccetera eccetera presenta vari punti di interesse, ma chiaramente se avete tre/quattro giorni per visitare Londra le cose che dovete vedere sono altre. Se, però, rimarrete a Londra per tre/quattro mesi, o se il vostro albergo/appartamento/locanda si trova in area Surrey Quays & dintorni e volete esplorare ciò che vi circonda, o se, ancora, siete miei grandi fan e desiderate fare un tour dei miei luoghi (STO SCHERZANDO), ecco, questa Serie fa per voi.

In linea con la tradizione di questo Spazio mi sarebbe piaciuto molto partire con un punto panoramico (ossia Stave Hill), ma è successo un casino del tipo che:

  • Non trovavo le foto che che avevo scattato mesi fa e che dovevano andare a corredare il post;
  • Dopo aver cercato le foto per giorni mi sono rassegnata e mi sono recata fino alla collinetta per trovarla INVASA DA UNA CLASSE DI LICEALI IMPEGNATA NELL’ORA DI EDUCAZIONE FISICA.
  • Ma io dico: puoi tu, liceo, appropriarti di uno spazio PUBBLICO per un motivo così triviale come l’educazione fisica?
  • Avrei potuto salire sulla collinetta e fregarmene e scattare delle foto ma ho paura della gioventù. Quando vedo un branco di quindicenni mi dimentico che ho TOT anni in più di loro e che dovrei essere IO a incutere timore a loro, NON il contrario, e mi sento come quando avevo quattordici anni e passare davanti a un branco di quindicenni era un Incubo Vero. In realtà lo è anche adesso ma non divaghiamo. Riprendiamo il nostro elenco puntato.
  • Dicevo:
  • Non trovavo le foto, non sono riuscita a scattare le foto, mi sono lamentata con TBS della mancanza di foto e lui mi ha suggerito di controllare nel mio cellulare vecchio e di cercarle lì (le foto). Io gli ho risposto MA FIGURATI SE SONO NEL MIO CELLULARE VECCHIO IO SPOSTO SEMPRE TUTTO NEL DISCO FISSO ESTERNO e infatti le foto le ho poi trovate. Nel cellulare vecchio.
  • Le foto fanno un po’ cagare ma questa è un’altra storia.

RIASSUMO:

Come avrete probabilmente notato il mio Stile Espositivo non brilla per Sintesi, e se mi metto a parlare della collinetta finiamo a maggio 2089.

Ma di cosa posso parlare cavandomela in poche righe?

DI NULLA.

Solo che mi dispiace per voi e allora vi parlerò de

IL PUB WIBBLEY WOBBLEY

tumblr_lqdoa9CQAQ1qjwdct.jpg

(Foto presa da qua)

Il pub Wibbley Wobbley è in una barca ormeggiata nel Greenland Dock ed è chiuso da tempo immemore (ossia da prima che io mi trasferissi in zona). Perché vi sto parlando di questo pub, se è chiuso e non potete andarci?

  1. Perché magari camminando lungo il Greenland Dock vi imbatterete in questa barca e vi chiederete quale sia la sua storia, anzi no, non ve lo chiederete, perché ve la sto raccontando io – prego.
  2. Il punto due non mi viene in mente ma devo scrivere qualcosa per dare un senso a questo elenco numerato.

Il pub Wibbley Wobbley era proprietà del comico Malcom Hardee, che abitava in una barca ormeggiata lì vicino (e che, scopro adesso, era anche proprietario del comedy club Up the Creek a Greenwich che ho scoperto grazie a MARTA). La sera del 31 gennaio 2005 Malcom ha avuto la brillante idea di raggiungere la sua casa-barca camminando lungo il bordo della banchina da ubriaco, è caduto nell’acqua gelida e, ecco, è morto. L’hanno ritrovato due giorni dopo e hanno stabilito che è caduto mentre stringeva una bottiglia di birra nella mano destra.

Questa storia un po’ mi inquieta e sono a tanto così da googlare DEAD BODIES FOUND IN GREENLAND DOCK THROUGHOUT HISTORY ma non lo farò, perché stanotte vorrei dormire.

Bene. Vado.

Un saluto a tutti e soprattutto a Malcom.

Annunci

10 pensieri su “Surrey Quays e la roba intorno/1

  1. Aggiungo la zona alla mia lista di cose da vedere quando vado a Londra, ma solo se non ci sono adolescenti. Mi capita spesso di prendere l’autobus in orario di adolescenti che escono da scuola ed è UN INCUBO. L’altro giorno invece devo aver beccato l’orario di uscita dal centro anziani ed ero molto a mio agio.

    Mi piace

    • La cosa brutta degli adolescenti è che sono O V U N Q U E . Dopo le 3 sono in giro perché hanno finito la scuola, prima delle 9 sono in giro perché stanno andando a scuola, dalle 9 alle 3 sono in giro perché fanno attività scolastiche fuori dalla scuola…
      W I VECCHIETTI.
      Anche se ho paura pure di loro.

      Piace a 1 persona

      • Il rischio dei vecchietti è che abbiano voglia di chiacchierare e ti trascinino in conversazioni assurde, ma finché mantieni un’adeguata distanza di sicurezza non c’è niente da temere, secondo me puoi stare tranquilla 🙂

        Mi piace

  2. Tu eri 16 mesi che non pubblichi io piu’ di un anno.
    Il “mio” bambino ora cammina e parla.

    ODDIO SANTISSIMO CHE ANSIA STA COSA.

    e comunque passare a leggerti sono risate garantite. Punto.
    Ps. l’ho gia’ segnata come prossima tappa.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...