Scegliamo un titolo in fretta che devo mangiare la pizza

Prego. So, mie care peonie invernali, che sentivate il bisogno di godere di questo emozionante Pezzo Musicale, nominato tra l’altro all’unanimità dall’Assemblea della Gente che Conta (ossia: IO) come inno di questo blog.

L’Assemblea della Gente che Conta ci tiene anche a comunicare che SA BENISSIMO che non esistono peonie dalla fioritura invernale, ma la cosa importante che voi Lettori dovete tenere sempre a mente è C.C.M.N.F. (CHE CAZZO ME NE FREGA).

Iniziamo, dunque, la narrazione.

SE TU LO VUOI

TU LO SARAI

UNA DI NOI

WINX LA TUA MANO NELLA MIA

PIÙ FORZA CI DARÀok basta.

Ho trascorso le ultime tre ore nel tentativo di stabilire se con “Ravens of Scorn” Margaret Cavendish nel 1656 stesse parlando di una personificazione del Disprezzo o se, invece, si stesse riferendo al semplice disprezzo con la d minuscola, quindi capirete bene come io adesso abbia bisogno di un po’ di meritato svago.

In realtà nelle ultime tre ore ho anche

  • Fatto merenda (E FIN QUI COMPORTAMENTO INECCEPIBILE. LA MERENDA È UN PASTO IMPORTANTE PER LA CRESCITA)
  • Googlato “Margaret Cavendish tomb”. Tutti sanno che non ti sei mai appassionato veramente alle vicende di un personaggio storico se non ti sei chiesto dove è sepolto. A questo proposito LODOVICO DOLCE NON TI PREOCCUPARE NON MI SONO DIMENTICATA DI TE E UN GIORNO VERRÒ A TROVARTI A VENEZIA, PERCHÉ SO CHE CI TIENI. Marge è sepolta a Westminster e mi sembra anche abbastanza chiaro come l’Assemblea della Gente che Conta (IO) debba inviare una delegazione in visita (IO).
  • Cercato su Youtube “Sigla Winx”
  • Cantato la sigla delle Winx. Con trasporto.
  • Scattato foto al cielo nuvoloso che si confonde con il lago e che si mescola al mio umore riflessivo ma anche sbarazzino.
  • Letto le lettere che Marge ha scritto a William Cavendish nel 1645 prima di sposarlo
  • Ma dettagli.

Volevo comunque raccontarvi una cosa e ossia

Qualche sera fa, mentre ero al paese natale di TBS, ho sventato un incendio

Premessa: non era un vero e proprio incendio. Era più che altro un cespuglio che ha probabilmente preso fuoco per un suo spontaneo desiderio di morte.

Premessa/2: non è che l’abbia proprio-proprio SVENTATO. Ma, del resto, cosa sono le parole se non soggettive macchie di colore con le quali tingiamo a piacimento la Tela della nostra Esistenza? Appunto.

Insomma, mentre camminavamo da casa dei miei KOGNATY (notiamo la capacità di appropriarsi dei termini tipici della vita adulta con la consueta eleganza e leggerezza tipica dell’Assemblea della Gente che Conta) (IO) a casa della zia (distanza totale: 5 passi e mezzo, cosa di cui mi sono peraltro accorta quella sera stessa, dimostrando una grande intelligenza spaziosociotemporale visto che sono solamente nove anni che vado nel paese natale di TBS ma non divaghiamo e non distraetemi)

INSOMMA mentre camminavamo IO ho notato il tripudio di fiamme danzanti e sfoggiando un’invidiabile compostezza ho proposto con calma una soluzione al Problema:

CHIAMIAMO I VIGILI DEL FUOCO  SUBITO ADESSO E NEL FRATTEMPO METTIAMOCI IN SALVO!!!!1!!!!!!1!!

Solo che:

  • TBS non si è scomposto assolutamente e ha detto che si trattava, con ogni probabilità, di un piccolo falò che qualcuno aveva acceso (SÌ CERTO, PERCHÉ ACCENDERE FUOCHI IN MEZZO AL PAESE È UNA COSA PERFETTAMENTE NORMALE. Ingenuo per non dire PIRLA)
  • Un tizio che passava di lì ha confermato la teoria di TBS
  • Altre persone interpellate nei seguenti 2 minuti hanno detto che
    • Non avevano notato il fuoco (MA COME È POSSIBILE DICO IO)
    • Si sarebbe comunque spento a breve da solo in quanto *pregasi inserire osservazione arguta su clima freddo e terreno umido*
    • La mia premonizione che saremmo tutti finiti in prima pagina l’indomani sotto il titolo PAESINO DEL SALENTO BRUCIA – L’OMERTÀ HA UN VOLTO E UN NOME era ridicola.

E niente siamo poi tempestivamente tornati nel Luogo Dove Stava Divampando l’Inferno per scoprire che il fuoco si era spento da solo, probabilmente a causa del terreno umido.

SE TU LO VUOI

TU LO SARAI

UNA DI NOIe ricordatevi comunque che io i pompieri li avrei chiamati e anche subito.

Annunci

14 pensieri su “Scegliamo un titolo in fretta che devo mangiare la pizza

  1. Ho appena letto il tuo post a mio marito, (perché ridevo da sola e lui curioso come una faina voleva sapere di cosa si trattasse).. devo dirti che gli é piaciuta moltissimo la dicitura “Assemblea della Gente che conta” e penso che la riutilizzerà per indicare se stesso, così con gente a caso. 😀 😀 😀 .. ah ma poi l’hai mangiata la pizza?

    Mi piace

  2. tutta questa vicenda è interessante e sopratutto avvincente, ma la domanda che mi preme farti è: come ti senti dopo la sconfitta di R&B??? (ok la domanda arriva un po’ in ritardo ma sono in ritardo io) ((ok))

    Mi piace

    • GRAZIE PER AVERMELO CHIESTO. Beh all’inizio l’ho presa un po’ male, ma poi ho pensato che comunque essere arrivati secondi su tantissimi in una competizione canora senza essere molto in grado di cantare è già un ottimo risultato. Temo che mi comprerò il loro disco, se mai ne faranno uscire uno #TAMARREIDE

      Mi piace

  3. È sempre giusto è legittimo chiedersi della natura degli incendi, siano essi spontanei o non. Buon anno Tandi, resta sempre allerta! (Non come me, che sono riuscita ad incendiare la carta da forno nel forno e per domare l’incendio ho semplicemente richiuso lo sportello del forno urlando)

    Mi piace

  4. Non me ne sono mica accorta che rischiavo di morire ben cotta al barbecue a pochi istani dal’inizio del nuovo anno!!! Beata ignoranza ed io che pensavo che il 2016 fosse iniziato sotto i migliori auspici!!! Bacio-sollievo dalla tua kognatyna

    Mi piace

    • Ma certo che è iniziato bene, poteva essere LA TRAGEDIA e invece siamo tutti viviiiiiiiii che belloooooo poi ti do le coordinate esatte del luogo x così quando ci passi controlli che non succedano altri episodi di autocombusione spontanea 💕 (forse è stata una delle lanterne??) Ciao kogny (😆)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...