La verità vi prego sulle uniformi scolastiche

Ossia

Un post di cui non fregherà nulla a nessuno, ma che DOVEVO scrivere

Saluto tutte le gentili Creature del Crepuscolo che approderanno qui digitando su Google robe tipo:

UNIFORMI SCOLASTICHE: PERCHÉ?

QUANDO COMPRARE UNIFORME SCOLASTICA

PINAFORE COSA VUOL DIRE

UNIFORMI SCOLASTICHE SCUOLE LONDRA NON HO IDEA DI COSA FARE A CHI RIVOLGERMI AIUTO

Salve.

Questo post è affettuosamente diretto a Voi.

Nel corso degli ultimi anni ho accumulato una notevole quanto inutile esperienza nel campo della vendita delle uniformi scolastiche a Londra. Lavoro (SPOILER: PER ORA) in un piccolo negozio che vende, APPUNTO, uniformi scolastiche per nurseries, primary schools, secondary schools, eccetera.

Visto che sono una persona tendenzialmente meravigliosa, ho pensato di racchiudere la mia Sapienza in questo Elaborato per trasmetterla a voi, teneri germogli di soia che vi siete appena trasferiti in Inghilterra (o altrove, che ne so io) con figli al seguito e che vi trovate a fare i conti con questa fantastica e luminescente avventura chiamata UNIFORME SCOLASTICA.

Rispondiamo subito alle vostre domande.

UNIFORMI SCOLASTICHE: PERCHÉ?

t0eZTpd

 

PINAFORE COSA VUOL DIRE

Trattasi di una specie di vestitino senza maniche che va indossato con sotto una camicia (una roba del genere).

QUANDO COMPRARE UNIFORME SCOLASTICA

ADESSO. Dico sul serio. Se avete la certezza che i vostri pargoli andranno in una determinata scuola, e l’uniforme di quella determinata scuola la comprerete in un negozio (e non tramite l’ufficio della scuola o altre modalità di vendita delle quali, francamente, non so una mazza), fatelo ADESSO. Anzi, sarebbe stato meglio procedere già un paio di settimane fa, scusatemi se non ve l’ho fatto sapere a tempo debito.

Voi mi direte:

“Eh ma adesso è presto, ci sono ancora le vacanze in mezzo, e poi devi sapere che Giorgino/Camelia cresce un sacco durante l’estate e quindi mi conviene aspettare, c’è ancora un sacco di tempo, non c’è fretta, non c’ho voglia”

Io vi dirò:

Ma và? TUTTI GLI ALTRI GENITORI STANNO FACENDO IL VOSTRO RAGIONAMENTO.

Non esagero: TUTTI GLI ALTRI.

Ok, forse ho esagerato un pelino: QUASI TUTTI GLI ALTRI. Diciamo che più o meno il 5% dei genitori compra diligentemente l’uniforme per settembre nel periodo che va da giugno a fine luglio. Un altro 20% nelle prime tre settimane di agosto. TUTTI GLI ALTRI si presentano candidamente in negozio l’ultima settimana utile, concentrandosi specialmente nell’ULTIMO SABATO DI AGOSTO. Ossia circa tre giorni prima dell’inizio dell’anno scolastico.

Ripetiamo il concetto con l’ausilio di potenti mezzi visivi.

Da giugno a fine luglio il negozio di uniformi scolastiche sarà generalmente così

foto0706280721252279

Riempiendosi poi gradualmente, per arrivare all’ultima settimana di agosto

article-2181000-144B55A0000005DC-614_634x422

L’ultimo weekend di agosto e i primissimi giorni di settembre

wallpaper-braveheart-32189752-1920-1080casa6tumblr_mnt9mnsuty1qlqxk1o1_500

Ci siamo capiti? Inoltre, se andate a comprare l’uniforme da inizio giugno a fine luglio è molto probabile che il negozio avrà a disposizione tutti gli indumenti che cercate. Altrimenti NESSUN PROBLEMA: siete in anticipo, quindi se ordinate qualcosa potete stare tranquilli che la riceverete prima dell’inizio della scuola – a meno che il negozio non abbia avuto gravi problemi con qualcuno dei suoi suppliers, ma in tal caso il/la vostro/a pargolo/a non sarà l’unico/a a recarsi a scuola sprovvisto/a di, poniamo, blazer: tutti gli altri alunni saranno nelle stesse identiche condizioni, quindi NO DRAMA.

RICAPITOLANDO:

  • Inizio giugno/fine luglio: Negozio semivuoto. Staff disponibile e pronto ad aiutarvi. Negozio iper fornito di roba.
  • Fine agosto/inizio settembre: Negozio talmente pieno di gente e invivibile che non mi viene in mente nulla di divertente per creare una similitudine al riguardo. Staff in preda a una crisi isterica e impegnato a destreggiarsi tra voi e altri 76 clienti contemporaneamente. Gli unici indumenti rimasti sono taglia XXXXXXXS o taglia XXXXXXL.

ALTRE COSE SPARSE:

  • Non potete entrare in un negozio di uniformi scolastiche, scegliervi la roba da soli e sbrigarvela in cinque minuti. Se dovete prendere una full uniform (= tutta la roba necessaria) avete BISOGNO dell’aiuto della/o commessa/o, che dovrà guidarvi lungo tutto il processo. Comprare un’uniforme scolastica è un’esperienza che porta via TEMPO. Se vi recate nel negozio con vostro figlio e il suddetto deve provarsi blazer, camicia, pantaloni, cappello, kit da ginnastica eccetera eccetera, METTETEVI L’ANIMO IN PACE e accettate il fatto che ci metterete MINIMO UN’ORA. Non sbuffate. Non guardate fuori dalla vetrina del negozio con aria sofferente. Non tamburellate con le dita sul counter, BENSÌ aiutate/spronate vostro figlio a vestirsi per velocizzare il tutto. Ah: se il negozio chiude alle 17.30, NON PRESENTATEVI alle 17.20 chiedendo una full uniform. NON FATELO MAI.
  • Se comprate in anticipo, prendete roba di una taglia in più del giusto. Ah, e il blazer, anche se lo comprate il giorno prima dell’inizio della scuola, DEVE essere largo. Se vi interessa poi vi spiegherò meglio.
  • Non lamentatevi coi commessi del costo della roba: non sono stati loro a scegliere i prezzi. Siete, invece, stati VOI a scegliere quella scuola e, di conseguenza, quell’uniforme.

Mi dilungherei molto di più su questo tema scottante, ma ho appena realizzato che il 99% dei miei Amati Lettori

  • Vive in Italia
  • Non ha figli
  • Non è, in breve, interessato all’affascinante mondo delle Uniformi Scolastiche
  • Peccato.

Se avete bisogno di consigli sull’argomento, chiedete pure. So QUASI tutto.

Ciao.

Annunci

16 pensieri su “La verità vi prego sulle uniformi scolastiche

  1. Pensavo che presentarsi in un negozio a 10 minuti dalla chiusura fosse prerogativa di noi italiani. Mi hai distrutto un mito 😦

    Però dai, non è bello lavorare in un negozio di uniformi scolastiche? Sembra una cosa troppo tipica, haha!
    Al massimo qui posso trovare impiego in un negozio di uniformi da lavoro, con il dubbio costante che quelle che vengono a comprare l’uniforme da infermiera non lo facciano per lavorare, ma per soddisfare qualche strana fantasia del consorte…

    Mi piace

    • All’inizio mi divertivo un sacco (e poi alcune uniformi sono bellissime. Generalmente non sopporto i mocciosi ma vederli agghindati -e zitti- è carino). 😀 comunque pure qui la Gente si presenta pochi minuti prima della chiusura A VOLTE ANCHE RIDENDO ED ESCLAMANDO TUTTA CONTENTA “MENO MALE, APPENA IN TEMPO!!!”. Però ammetto che non capita spessissimo. Per fortuna.

      Mi piace

  2. io ti adoro e ti leggerei dalla prima all’ultima riga anche se parlassi di… non so, vediamo… una cosa che proprio non mi interessa, tipo… le uniformi scolastiche a Londra. Ma comunque sono tutte informazioni che memorizzo e metto da parte perché, chissà, magari un giorno mi vengono utili 🙂

    Mi piace

  3. Alle elementari anche io portavo l’uniforme ed era una tortura, sentivo quell’orrendo maglioncino blu col logo della scuola che soffocava il mio inesauribile desiderio di rosa. E poi non potevo prendere in giro gli altri perché eravamo tutti vestiti uguali, sob.

    Mi piace

  4. Non esiste paragone con il grembiulino che aveva dietro una sorta di…boh, cintura? Corda? Cappio? che si impigliava ovunque scucendosi e strappandosi facendoti molto “survivor” nell’intervallo. Il grembiulino scucito, solo per uomini veri.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...