Ho visto la luce

Come immagino saprete e come, ad ogni modo, DOVRESTE ricordare, sono da mesi impegnata nell’estenuante ricerca di posti a Londra che vendano le fette biscottate. Francesca, nei commenti a questo post/grido d’aiuto, mi aveva suggerito un’interessante alternativa: i french toast venduti da Tesco.

Ho setacciato diversi Tesco senza averle trovate, poi gli Eventi, la Vita, il Caso, eccetera hanno avuto la meglio sulla mia Missione. Insomma, mi ero rassegnata a condurre una vita fetta biscottata-free, non essendo ancora in grado di affrontare lo sbatti per imparare a farle da me seguendo le sapienti guidelines di Bratinez, o per andare ad esplorare l’off licence a Tooting Bec, come mi suggeriva Groupiedoll – che poi, tra l’altro, dopo che supero questo odioso scoglio chiamato IELTS potrei anche farlo. Ok, lo faccio. Se lo supero, lo scoglio. MA NON DIVAGHIAMO CAZZO.

Dicevo: mi ero rassegnata a condurre una vita fetta biscottata-free, ma poi ieri, nell’iper mega Tesco di Canada Water, quando mi trovavo praticamente al termine di una spesa da persona straordinariamente matura, ho trovato loro. I FRENCH TOAST. Le SIMIL FETTE BISCOTTATE.

happiness2 tumblr_mcktjnxmWs1rnr4rko1_500 tumblr_nlb0m42PGp1u4ji4io1_500

I french toast erano lì che mi aspettavano docilmente nella corsia dei biscotti, erano lì perché in quel momento me li meritavo particolarmente, avendo appena rinunciato all’acquisto di:

Cioè, guardatele.

2015-06-21 16.30.03

GUARDATELE.

2015-06-21 16.29.02

Sono, effettivamente, la cosa più simile alle fette biscottate che sia per ora riuscita a trovare nella grande e maestosa Britannia.

Sono più piccole delle fette biscottate, ma chissenefrega (nella foto sembrano enormi, mentre invece in realtà è il piatto ad essere microscopico). Il vero Problema è rappresentato dal sapore. Non sono ancora riuscita a capire di cosa sappiano questi french toast, e dire che ne ho appena mangiati cinque uno dietro l’altro. Le uniche conclusioni che sono riuscita a raggiungere sono le seguenti:

  • Sanno molto più di burro, o comunque qualcosa del genere, rispetto alle nostre fette biscottate
  • Questo forse è causato dal fatto che i french toast originali si fanno con (se mi ricordo bene) un sacco di burro? O era formaggio?
  • Ho un po’ di nausea.

Ho pure googlato “differenze tra french toast Tesco e fette biscottate” ma non ho trovato nessuno, NESSUNO, in grado di squarciare il velo di Maya e di illuminarci con la Verità. Per ora.

Se qualcuno SA, parli.

Se qualcuno ha visto le fette biscottate a Londra, parli.

Se qualcuno pensa che l’affetta avocado sia un attrezzo che non deve mancare in una cucina che si rispetti, PARLI.

CIAO.

Annunci

28 pensieri su “Ho visto la luce

  1. La nausea è la degna punizione per non esserti piegata alle guidelines. Scherzo, ovviamente, bisogna davvero essere molto ispirati (o disperati) per mettersi lì a biscottare la roba.
    Detto questo, ho un coltello da avocado ed è lo strumento più inutile che posseggo; me l’ha regalato una persona che a mala pena sa fare un uovo fritto, quindi posso scusarla. Se è questo (http://www.houzz.com/photos/5642964/Kuhn-Rikon-Avocado-Knife-modern) non comprarlo. Oddio, c’è da dire che ho un’avversione per qualsiasi attrezzo che prometta di affettare/sbucciare/tagliare in forme bizzarre il cibo, anche perché di solito non funziona. Gli unici che tollero sono il cosino per fare le palline di melone e il riga-limoni. Per il resto, un coltello affilato fa tutto quel che c’è da fare.
    Comunque puoi sempre farti mandare delle fette biscottate from Italy with love, magari assieme a confezioni di pasta e pummarola, come ogni buon italiano espatriato che si rispetti.

    Mi piace

    • Che poi io non so nemmeno come affrontargli, gli avocado!!! L’unica esperienza (traumatica) che ho avuto è stata con un avocado non ancora maturo che ci ho messo sei anni a tagliare piangendo tutte le mie lacrime e urlando MA PERCHÉ IN TV SEMBRA COSÌ SEMPLICE?
      Ho poi capito che gli avocado si tagliano quando sono morbidi. Almeno penso.

      Piace a 1 persona

    • HAI RAGIONE. In realtà sono spinta da considerazioni di money e mancanza di spazio in casa. Smalti ne ho già 50mila, tazze da tè più di 10 e il tè in casa lo bevo solo io (chi lo spiega a tbs che abbinare la tazza al mood è fondamentale).
      Però ora che ci penso almeno una cosa di quella lista me la merito dai.

      Mi piace

  2. Non so come tu abbia trovato la forza di rinunciare allo smalto giallo. E al QUADERNO A POIS. E ai TATUAGGI TEMPORANEI. Hai la forza di volontà di un NON SO COSA (seriamente, non mi viene in mente nessuno con una forza di volontà simile. Complimenti).

    Mi piace

  3. Devo sapere. Dove, dove per Giove, si ubicato i French toast all’interno di quel labirinto che è il Tesco?
    Oggi ho guidato una mini-spedizione nel reparto biscotti ma è fallita miseramente, probabilmente perché a spesa quasi fatta si era in ipo ipo ipoglicemia.
    Ps: già che siamo in tema, le mie origini para-lombarde mi impongono di trovare il riso carnaroli e NON l’aborto per il risotto. Il signor Tesco mi ha già illusa promettendo pacchi di riso Carnaroli che si sono dimostrati introvabili. Quindi non mi illudo di poter bandire i French Toast.

    Mi piace

    • Eh ma secondo me dipende dal Tesco!! In molti non ci sono… comunque oggi ho ricontrollato ed ERANO ANCORA LÌ (evidentemente sono l’unica che li compra). Corsia dei biscotti alla fine, verso le casse. Suggerisco di partire lì alla prossima spesa 😀 (Ah, un ulteriore assaggio conferma che il sapore non è il massimo -immagino siano anche pieni di schifezze, non ho avuto il coraggio di leggere l’etichetta-, ma la marmellata copre tutto). W il riso aborto 💖

      Mi piace

    • Ciao Frou, anch’io sono para-lombarda e mi dicono che il vialone nano sia una valida alternativa per il risotto. Anche se temo che questa informazione sia ancora meno utile, dal momento che ad Albione pare manchino gli essenziali per condurre una sana alimentazione italica (a parte forse nei negozi fighetti). Se volete organizzo spedizioni cumulative. E comunque sì, San Giuan fa minga ingan.

      Piace a 1 persona

  4. Ciao! Vedo con piacere che il panico da “dove trovo fette biscottate a Londra?” non ha afflitto solo me! Pensa che io vivevo a Bermondsey ma non ho pensato a controllare se a Canada Water avessero i French Toast. Comunque, ad esempio anche da Greensmiths hanno solo French toast! Alla fine ogni tanto andavo a Piccadilly da Nonna Lina che ha le fette biscottate Mulino Bianco anche integrali (ma confermo che costano un occhio della testa!). Non ci resta che avviare una petizione per l’introduzione di fette biscottate nei supermercati UK! 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...