Vorrei farvi conoscere meglio Miss Paperett

Miss Paperett parla un po’ come Finn di Misfits (il tizio più basso)

e Vicky Pollard

messi insieme.

Immaginate l’armonia, la musicalità, la delicatezza del suo modo di esprimersi. Oggi, poi, aveva pure mal di gola.

Immaginate.

C’è da dire però che, ormai, capisco il MissPaperettese al 99.9% e che è anche grazie a lei che la prova listening del test IELTS non mi fa per niente paura.

Miss Paperett assomiglia un po’ a miss Paperett (e fin qua il ragionamento fila), ma ha anche, indubbiamente, l’espressione di Walter White.

Questo perché miss Paperett è una dura.

Se l’epressione preferita di Brigitta è “Soo lo-ve-ly!”, quella di miss Paperett è “AAAABSOLUTELY DIIIIS-GUSTING”.

Perché a miss Paperett fa un po’ schifo tutto. Ad esempio:

  • Le verdure cotte,
  • Il formaggio,
  • La birra,
  • Il 75% dei nostri clienti,
  • La neve (vabbe’, un po’ anche a me),
  • La pioggia (idem) (e ora che ci penso nemmeno a me piace la birra),
  • Il tè,
  • Barry (VABBE’ DAI),
  • I noodles,
  • I suoi vicini di casa,
  • Gli ombrelli tascabili,
  • L’uniforme della scuola Hurlingham & Chelsea,
  • Il postino,
  • Tante altre cose che ora non ricordo.

Passare del tempo insieme a miss Paperett è come venire capovolti in un caleidoscopico VORTICE DELL’ODIO, dove tutto (o quasi) è AAAABSOLUTELY DIIIIS-GUSTING.

Sounds familiar?

Ma no dai, io mica odio tutto.

Odio solamente

  • Le persone
  • Il wrap hummus&spinach di Prêt
  • Gli ascensori
  • Barry (VABBE’ DAI/2)
  • Oxford street
  • Gavin & Stacey (i protagonisti della serie intitolata, appunto, Gavin & Stacey. Sono due IMBECILLI fatti e finiti. Ma tutti gli altri personaggi sono grandiosi, quindi ok)
  • La fermata della metro Bank
  • Le monete da 10 p
  • TUMBLR (scherzo, Corgi)
  • La carne che sa di carne
  • La District line
  • Le cimici
  • Il Sainsbury’s sotto casa nostra, meglio conosciuto come Il Sainsbury’s Più Triste e Sguarnito della Storia Ever (siamo quasi ai livelli del famigerato Tesco di Haggerston, forse)
  • I nuovi autobus della linea 9
  • FAKHRUDDIN. Ah, ma voi non conoscete il simpatico aneddoto riguardante FAKHRUDDIN. Bene. Una delle prime mansioni che ho dovuto svolgere quando, più o meno un anno fa, ho lavorato come addetta (= sfigata) al customer service di una giovane e dinamica azienda (= un branco di imbecilli) consisteva in dover telefonare a potenziali clienti e raccogliere i loro dati. BENE. Dopo un paio di telefonate sono incappata in LUI. FAKHRUDDIN. FAKHRUDDIN, che aveva un nome incomprensibile ai più (anche a se stesso) e che non era in grado di fare lo spelling (F like Sugar, EI, sorry I mean AI, or UAI, KHRRRR like KHRRUA, and then UDIN). Dopo sedici minuti di sofferenza ho fatto finta di aver carpito il nome nella sua completezza, ho ringraziato Fakhry e sono andata di corsa a googlare “Fakhruddin”, “Sahkruddin”, “Aladdin”, “Aiuto”, “Cazzoculo”. Il primo nome è risultato essere quello più plausibile, ergo ho deciso di tramandare Fakhry ai posteri come Fakhruddin.
  • L’uniforme della scuola Hurlingham & Chelsea
  • Citofono & Sporty Spice
  • Dolores Umbridge
  • Ok ciao.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...