They call me ancora Cracco

Voi ancora non lo sapete, ma io in questi mesi di latitanza dal blog sono diventata una perfetta massaia.

Faccio il bucato a cadenza bisettimanale, ho una classifica personale dei miei supermercati preferiti (1- Whole foods, quello in High st. Ken; 2 – Waitrose in High st. Ken; 3) TESCO GRANDE a West Cromwell rd. Lo so, LO SO che passare da Whole foods a Tesco è un’eresia ma credetemi, il TESCO GRANDE è GRANDE), ho iniziato (più o meno) a cucinare e faccio pure robe che in precedenza bollavo come “inutili”, come i BISCOTTI. Ah, e quando mi viene voglia di piatti particolarmente elaborati il primo pensiero che attraversa la mia mente non è più “Ok, adesso telefono alla marmotta che confeziona la cioccolata e le chiedo gentilmente di prepararmi ‘sta roba” BENSÌ “Ok, potrei provare a farlo” (anche se poi nel 99% dei casi va a finire che non lo faccio).

Non temete però amici, la Scintilla che ha permesso la creazione di piatti del calibro di PASTA FORMAGGINO & HUMMUS è ancora viva in me. Ed è grazie a lei che oggi posso proporvi, non senza una punta di orgoglio, la ricetta del

BROCCOLO DIETETICO AL CURRY

  1. Comprare UN broccolo al supermercato.
  2. Stupirsi della sua forma. Ma voi lo sapevate che i broccoli sembrano dei piccoli alberi? E che per ottenere la forma consueta dei broccoli (cioè questa) bisogna praticamente potarli, no, sorry, volevo dire tagliarli a pezzi? Ah, voi lo sapevate dunque?
  3. Comunque scherzavo eh, non sono così deficiente.
  4. Allora. Comprare il broccolo.
  5. Lasciarlo in frigo e dimenticarsene.
  6. Tirarlo fuori UN giorno dopo la data di scadenza (attenzione, rispettare bene questo punto altrimenti la ricetta non esce)
  7. Lavarlo e potarlo, cioè tagliarlo, o mondarlo, o come si dice in Ricettese.
  8. Prendere una padella e metterla sul fuoco.
  9. Buttarci dentro il broccolo, ormai diventato broccolI
  10. Riflettere sulla bizzarra identità del broccolo in quanto essere unico che diventa molteplice e che si perde nella vastità del Tutto
  11. Uscire dal torpore grazie all’odore di bruciato emanante dai broccoli.
  12. Imprecare.
  13. Versare acqua q.b. sui broccoli (OLIO NO, oggi noi diciamo “Benvenuta” alla sofferenza, oggi noi vogliamo vivere nella privazione. Oggi. Domani mi compro le capesante da Whole foods)
  14. Aggiungere MOLTO POCO sale.
  15. Iniziare a rassegnarsi riguardo al fatto che si sta per mangiare una Schifezza Rara.
  16. Forti di questa consapevolezza, prendere il barattolo di Medium Curry e spolverare uniformemente la pietanza.
  17. Girare il tutto un paio di volte.
  18. Servire.
  19. Piangere.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...