Brutte persone in da house

“Marta, ma tu non sei per niente preoccupata per il fatto che presto qualcuno verrà a disturbare il nostro ecosistema?”

“Veramente no… in realtà do già per scontato che saranno dei tizi orribili. E va bene così eh, ci sta che due persone su otto siano antipatiche, è un po’ come quando al ristorante ordini un piatto buonissimo che, però, ti viene servito insieme ad un contorno schifoso di barbabietole e cetrioli”.

Eggià.

Perché è vero che noi stiamo aspettando con rassegnazione Il Peggio, ma c’è da dire che viviamo con dei soggettoni di tutto rispetto. A ravvivare l’atmosfera della Stamberga, infatti, provvedono tre ragazzetti che insieme non arrivano ai 42 anni. No, va beh, hanno solamente qualche anno in meno di noi, ma sono dislivelli d’età che ti fanno sentire comunque una nonna Abelarda. Anche perché i nostri cari coinquilini hanno la simpatica abitudine di dire cose tipo: “XY è grande, è del ’91”. (MA STIAMO SCHERZANDO? Uno del ’91 a casa mia è un infante!)

Dunque.

A ravvivare l’atmosfera della Stamberga, dicevo (oltre ai numerosi tocchi fucsia approntati da Marta&me) abbiamo Il Mela, Gabriello e Trop, tre giovani virgulti poliedrici in cerca di lavoro. Anzi, a dire il vero Gabriello (per gli amici Gabriel, detto anche “Tra 240£ devo tornarmene in Italia”) ha appena trovato un impiego spostando l’aura della sfiga che ricopre la nostra abitazione in una posizione un po’ più accettabile. Trop (aspirante chef/parrucchiere/tuttofare dotato di canotta della salute) e Il Mela (giovane anima lirica che a volte ama vagare nei boschi ma che in realtà è una betoniera e mangia per sei) condividono una twin room e un’amicizia che a volte sfocia pericolosamente nella bromance, ma solo a volte.

Purtroppo il caro Trop è tornato temporaneamente nelle sue lande natie – ma don’t worry, già da domani tornerà ad essere dei nostri, per la gioia del Mela che potrà tornare a specchiarsi nei suoi occhioni la mattina senza essere costretto a fissare con tristezza un cuscino vuoto.

Tornando a bomba, Trop non c’è e ieri sera noi quattro superstiti abbiamo deciso di uscire. Gabriello, forte della sua prossima prosperità, voleva assolutamente fare serata. E va bene dai, siamo giovani, andiamo, usciamo, facciamo.

Brick Lane era deserta. Ebbene sì: Brick Lane era deserta. Ora, si sa che la movida inglese inizia presto, ma noi siamo usciti di casa alle dieci e mezza, mica alle due. E va beh, fa niente dai, camminiamo, vediamo, cerchiamo. Niente. Perfino il pub “Nostalgia-Metto su il Peggio degli anni ’70” ci ha chiuso i battenti in da face.

E vabè. Camminiamo, facciamo, andiamo, siamo giovani (qualcuno più di altri, ma dettagli). Prendiamo un bus diretto a Oxford Circus.

Ed ecco che Lei fa la sua comparsa.

“Oh, masse voleteandaare a bbalare viddico io qualchepposto – epperò tu ppàssa quellaabirra eh!”

Mazza Che Flash viene da Brugherio, ha 21 anni e tanta voglia di vivere. Ma proprio tanta. E con “voglia di vivere” intendo “voglia di presenziare a tutti i rave della Gran Bretagna”. E con “rave”, purtroppo, intendo proprio “rave”.

M.C.F. non ci ha mollati per un secondo, ma dico proprio uno. A Oxford Circus, ormai, eravamo già amiconi (=lei blaterava del più e del meno e noi annuivamo lanciandoci sguardi terrorizzati a vicenda). È scesa con noi dal bus e ha espresso con gioia la sua volontà di seguirci ovunque, a patto che andassimo semplicemente a bere qualcosa e non a ballare.

Ora. Non è che io sia proprio much of a dancer, ma a queste parole i miei lombi hanno iniziato a sentire un bizzarro desiderio di ritmo. Ma roba tipo che andava bene anche Doctor Jones degli Aqua (ma che dico, SOPRATTUTTO Doctor Jones degli Aqua).

Gabriello si è girato verso di noi e ha esposto la questione con estrema cautela:

“Allora… se andiamo in qualche posto a bere Mazza Che Flash sarà dei nostri. Se decidiamo di andare a ballare, però, NON viene con noi e SE NE TORNA A CASA SUA… cosa facciamo……?”.

Ê con ingenua ilarità che Marta ha pronunciato le seguenti parole:

“Dai allora andiamo a bere così stiamo tutti insieme!!!”.

Bene.

Andiamo in un locale.

Salta fuori che M.C.F.vuole portarci tutti in un casinò (“Un postottranquilloeh, ci ho speso solo 100£ l’altrasssèra, nientedichè”). E va beh, andiamo al casinò, entriamo nel casinò, ormai peggio di così non può andare, Marta, MARTA, ringrazia il cielo che sei assicurata và.

E poi niente, siamo lì che scendiamo lentamente le scale verso La Dannazione seguendo i capelli viola di M.C.F. Un gradino, due, tre, quando alle nostre spalle giunge il grido stentoreo del Mela: “OH MA GABRIELLO STA SCAPPANDO!!!”.

E in effetti eccolo lì che se la fila all’inglese.

Ma sono cose da farsi a 26 anni?

Ma vogliamo veramente mollare questa anima candida ed effervescente al suo destino?

Sì, vogliamo.

Forse è giunto il momento di condividere con voi il mio piazzamento alla gara dei cento metri che ha coinvolto tutti gli alunni della mia scuola media, *coffcoff* anni fa.

Penultima.

Sono arrivata penultima.

Comunque, in qualche modo me la sono cavata e siamo sfuggiti alle grinfie di M.C.F.

Sì, ma che paura eh. Abbiamo vagato senza meta per le viette intorno a Piccadilly Circus temendo di vedercela comparire davanti con l’espressione da So Cosa Hai Fatto. Ma poi non è apparsa. E giusto perché siamo scemi abbiamo deciso di andare a mangiarci qualcosa. In un localino illuminato a giorno. Sedendoci al tavolo più vicino alla vetrata. Perché uno si deve impegnare per giungere a questi livelli di astuzia.

Poi va beh, il karma ha compiuto il suo corso perché ci hanno pelato e la pizza ordinata da Gabriello gli è rimasta sullo stomaco fino a cinque minuti fa.

Quindi non preoccuparti, M.C.F., sei stata vendicata.

Annunci

2 pensieri su “Brutte persone in da house

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...