Finalmente è arrivato.

Il momento in cui realizzo che Oddio, sto partendo davvero.

Ero sull’autobus-collegamento con la metropoli milanese. L’autobus che ho preso per i cinque lunghi anni del liceo e i cinque (più uno bonus) meno lunghi anni universitari.

Undici anni di tragitto sempre uguale. Mattina e pomeriggio. Undici anni di sguardi svogliati dal finestrino. Undici anni trascorsi a pensare “Devo cambiare qualcosa, devo fare qualcosa, devo realizzare qualcosa”.  Stamattina, invece, mi sono limitata a osservare la strada, le case, i negozi, i semafori, gli alberi. E non ho pensato a niente.

Però, forse, ripensandoci, non ho realizzato nemmeno oggi.

Probabilmente mi verrà una crisi isterica in aeroporto. o.O

Per ora impiego il mio tempo occupandomi di questioni di vitale importanza come, ad esempio: Ma devo mettere in valigia pure l’aspirapelucchi?

Forse no.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...